come aumentare ctr di google ads

5 modi per aumentare il CTR della tua campagna Google Ads

Google Ads è probabilmente uno dei modi migliori per presentare il tuo prodotto o servizio alle persone giuste con il messaggio giusto e al momento giusto.

Per pubblicare un annuncio in Google Ads che sia efficace, ci sono tantissimi fattori da tenere in considerazione.

Tutte le tue campagne ad alto rendimento hanno alcuni attributi comuni che possono essere utilizzati per prevederne il successo.

Un’alta percentuale di click rispetto alle visualizzazioni (CTR) è un fattore molto importante perché non solo aumenta la possibilità di raggiungere l’obiettivo (conversione), ma è indirettamente responsabile della diminuzione del CPC medio complessivo e un fattore diretto nel decidere il punteggio di qualità del tuo annuncio.

Mantenere un CTR medio buono è una delle regole base, eppure molti marketer hanno difficoltà a farlo.

In questo articolo tratteremo le 5 pratiche più efficaci per migliorare il CTR di Google Ads e rendere la tua campagna più efficace.

A quanto ammonta in pratica un buon CTR?

Che cosa viene effettivamente definito come un buon CTR in Google Ads? In realtà dipende e varia da settore a settore.

Possiamo dire che, in media, dovremmo avere circa il 5% di CTR per gli annunci della rete di ricerca e lo 0,5% per gli annunci della Rete Display di Google.

Prima di controllare il CTR per gli annunci della rete di ricerca, assicurati di aver selezionato solo “Ricerca Google” perché se i tuoi annunci vengono pubblicati sui “partner di ricerca”, potresti vedere un CTR complessivo inferiore.

Non preoccuparti dei partner di ricerca perché non possiamo ottimizzarli in alcun modo. Dovresti rimuoverli se rendono il tuo costo per conversione superiore alla media.

Veniamo alla parte principale, le 5 pratiche principali per migliorare il CTR di Google Ads.

#1 Organizza le campagne e gruppi di annunci

Fai in modo che i gruppi di annunci non contengano tonnellate di parole chiave irrilevanti, ciò diminuisce la tua efficienza nell’analisi corretta dei dati e riduce ulteriormente la possibilità di trovare opportunità di miglioramento.

Crea i tuoi gruppi di annunci per temi o per obiettivi. Puoi avvalerti dell’aiuto della tua struttura di navigazione per avere un’idea di come vuoi strutturare il tuo account sotto forma di campagne e gruppi di annunci nella campagna PPC.

Assicurati che tra tutte le tue parole chiave, annunci e pagine di destinazione ci sia una corrispondenza; ciò significa che le tue pagine di destinazione devono rispondere alle parole chiave che stai cercando di scegliere come target per i tuoi annunci. Se hai 1 o 2 pagine di destinazione (landing page) per campagne con più obiettivi, pensa di crearne una per ogni argomento / set di parole chiave.

Questo favorisce una migliore conversione e il completamento degli obiettivi e quindi il tuo CTR e di conseguenza aumenta il tuo punteggio di qualità complessivo e quindi migliori posizioni nelle SERP…

#2 Utilizza parole chiave con corrispondenza a frase e parole chiave a corrispondenza inversa

È un’ottima idea quando pianifichi la creazione di nuove campagne e serve a migliorare il CTR di Google Ads.

Come sappiamo, le parole chiave a corrispondenza inversa (negative keywords) comunicano a Google quali parole chiave non desideri vengano visualizzate nei tuoi annunci, anche se altri tipi di corrispondenza lo richiedono. Ciò garantisce che i tuoi annunci non vengano visualizzati in intenti di ricerca in cui c’è una probabilità bassa o nulla che i tuoi annunci vengano cliccati o che non sono per niente pertinenti.

Puoi includere parole chiave correlate a brand o parole chiave per le quali non offri prodotti o servizi.

Es: Vendi supporti TV e il tuo potenziale cliente digita il termine di ricerca “Supporto Tv Amazon”: molto probabilmente è interessato all’acquisto su Amazon piuttosto che nel tuo negozio.

#3 Utilizza tutti i tipi di annuncio e le estensioni annuncio pertinenti

Durante la configurazione, prova a utilizzare tutti i tipi di annuncio fino a quando non trovi quali funzionano meglio per te.

Configura un gruppo di annunci per un particolare tipo di annuncio, per esempio “annunci adattabili per la rete di ricerca” e poi duplica lo stesso gruppo di annunci per gli annunci della “rete di ricerca espansa”.

Se lo desideri, puoi provare a duplicare di nuovo e provare diverse pagine di destinazione. Nel tempo, man mano che ottieni sempre più dati, gli annunci che avranno il rendimento migliore verranno visualizzati di più sul motore di ricerca. Osserva quali stanno dando i risultati migliori e, in futuro, elimina quelli con prestazioni inferiori o fai un test A / B tra loro.

Un’altra cosa da fare è utilizzare le estensioni a livello di gruppo di annunci. Alcune delle estensioni più comuni e molto importanti sono sitelink, callout, estensioni di chiamata e così via. Le estensioni degli annunci sono importanti perché aumentano il coinvolgimento coprendo più spazio e offrendo più informazioni agli utenti, quindi migliorano il CTR.

Assicurati di utilizzare solo le estensioni pertinenti e non per forza tutte.

Supponiamo che tu abbia un negozio online: l’utilizzo di estensioni di località non ha senso per te mentre avrebbe perfettamente senso per un’azienda che ha un negozio fisico.

NOTA: l’utilizzo delle estensioni Callout può aumentare il CTR medio di circa il 10% !! Le estensioni Callout consentono di includere testo aggiuntivo in modo da poter mostrare informazioni più dettagliate sull’attività sono attributi brevi, specifici e che aggiungono valore. Assicurati che le tue estensioni siano attraenti e concrete.

#4 Prova nuove offerte, cura il copy pubblicitario e considera gli annunci della concorrenza

Quando prevedi di fare un’offerta per determinate parole chiave, fai una ricerca rapida e guarda cosa scrivono i tuoi concorrenti nei loro annunci. Se disponi di alcuni strumenti a pagamento come Ahrefs, puoi vedere direttamente la maggior parte dei loro annunci tramite lo strumento Site Explorer.

Prova a vedere gli annunci che sono sempre nei primi risultati rispetto agli altri e vedi cosa manca e cosa aggiungere in moda da migliorare il tuo CTR.

Nel tempo, quello che dovresti fare è anche andare a vedere quali dei tuoi annunci non stanno funzionando e consumano solo il tuo budget. Puoi mettere in pausa tali annunci o modificare le loro offerte o pagine di destinazione ispirandoti a quelle che hanno un rendimento migliore.

Le persone spesso ritengono che un annuncio venga creato perfettamente già la prima volta, in realtà non succede quasi mai, gli annunci vengono costantemente migliorati con A/B test, con diverse pagine di destinazione, diverso testo pubblicitario, estensioni annunci e tutte le possibili varianti che compongono un gruppo di annunci. Anche se viene creato un annuncio con un buon rendimento, c’è sempre spazio per i miglioramenti. Quindi: testare, testare e ancora testare.

#5 Trova parole chiave con CTR a basso rendimento

Analizzando i dati a livello di campagna, guarda tutte le tue parole di ricerca e vedi la percentuale di clic prevista ordinata dal peggiore al migliore. Visualizza le parole chiave con un CTR medio o inferiore alla media, vai ai rispettivi gruppi di annunci e scopri perché gli annunci non hanno un buon rendimento.

I motivi più comuni possono essere il tipo di annuncio sbagliato, la pagina di destinazione sbagliata, il testo pubblicitario sbagliato o anche la parola chiave che hai scelto non all’altezza del marchio o pertinente al marchio. Queste parole chiave dovrebbero essere rimosse oppure modificate per vedere se riesci a migliorarne il rendimento.

Ricorda solo che non tutti gli annunci saranno vincenti: la soluzione più semplice sarebbe mettere in pausa quelli che non performano e concentrarsi sulle offerte migliori.

Conclusione

Infine, il suggerimento finale che possiamo dare è che nulla al mondo accade dall’oggi al domani. Dopo aver apportato le modifiche, attendi e verifica se la modifica funziona. Se non funziona, prova un’altra soluzione.

Spesso ci vogliono molti tentativi ed errori per ottenere il miglior ROI (Ritorno sull’Investimento) del budget che hai assegnato a Google Ads.

Speriamo che tu possa ottenere i migliori risultati utilizzando queste 5 pratiche principali per migliorare il CTR di Google Ads.

Condividi quale ha funzionato meglio per te e se hai bisogno di supporto e di un’agenzia SEO specializzata, chiamaci!!!