La cannibalizzazione delle keyword, per chi ha un sito web, è qualcosa da prendere sul serio in quanto può potenzialmente danneggiare il posizionamento delle parole chiave dello stesso sui motori di ricerca.

Questo processo avviene quando tutta l’architettura delle pagine di un sito web si basa su una singola keyword o un insieme ristretto di parole chiave.

Anche se può verificarsi involontariamente, avere molte pagine che hanno come target la stessa keyword può causare diversi problemi al tuo sito web.

Rifletti un attimo: quando hai più pagine che devono posizionarsi per la stessa parola chiave, in realtà gareggi con te stesso. Di conseguenza, ogni pagina ha un CTR inferiore, una page authority ridotta e dei tassi di conversione inferiori rispetto a una pagina già consolidata.

Il fenomeno della keyword cannibalization può anche verificarsi quando non rispetti le linee guida di Google relative all’inserimento delle parole chiave su più pagine.

La maggior parte delle volte, lo scopo della keywords stuffing è proprio quello di spingere una parola chiave ai suoi limiti sperando che arrivi nel più breve tempo possibile in vetta ai motori di ricerca senza capire che un posizionamento forzato del proprio sito web, porta a una penalizzazione certa da parte di Google.

Perché la cannibalizzazione delle keyword è un problema per i siti web

Se più pagine desiderano posizionarsi per la stessa keyword, l’algoritmo di Google per quanto evoluto possa essere, non saprà mai quale pagina è la più rilevante per una query specifica.

Quando Google eseguirà la scansione del tuo sito web e vedrà decine di pagine diverse pertinenti per la stessa parola chiave, dovrà scegliere quale tra quelle pagine sia quella che possa soddisfare meglio le ricerche degli utenti.

Se ti aspettavi di dare valore al tuo sito spingendo al limite le keywords, ti dico subito che non hai alcuna possibilità. Inoltre, andrai incontro a diversi problemi in ottica SEO come:

Diminuzione della Page Authority

Invece di avere una pagina autorevole agli occhi di Google, stai dividendo il tuo CTR in più pagine moderatamente pertinenti. In buona sostanza, hai trasformato le tue pagine in concorrenti che combattono tra di loro nelle serp penalizzandosi a vicenda.

Conversion rate basso

Perché perdere tempo su decine di pagine per la stessa keyword quando potresti posizionarne solo una e bene? Dovresti concentrare i tuoi sforzi solo su una di queste pagine invece di spendere energie per pagine con un basso potenziale di conversione e posizionamento.

Contenuti di bassa qualità

Se stai cercando di posizionare più pagine con la stessa parola chiave, questo vuol dire che stai inserendo nel web un numero spropositato di pagine sullo stesso argomento. Cosa potrebbe succedere? Il rischio di produrre contenuti duplicati è alto, e la conseguente penalizzazione di Google pure, oltre al fatto che molte tue pagine avranno dei contenuti di scarsa qualità. Ti conviene sprecare il tuo tempo così?

Anchor Text

Se stai targettizzando pagine diverse ma con la stessa keyword, di sicuro perderai anche la possibilità di concentrare il valore degli anchor text interni su una pagina specifica.

Backlinks

I backlinks possono aumentare il valore di una pagina che ha come target una keyword specifica agli occhi di Google. Se hai pagine diverse che hanno come target la stessa parola chiave, tutta la forza della link juice sarà suddivisa su molte pagine facendoti perdere l’opportunità di posizionare meglio la pagina che ti interessa. Ti voglio ricordare solo che una buona strategia di backlinks è tra i più importanti fattori SEO per il posizionamento di una pagina web sui motori di ricerca, quindi, vale la pena buttare alle ortiche tutto il tuo lavoro?

Come identificare la Keyword Cannibalization

Identificare (e risolvere) il problema della cannibalizzazione delle parole chiave è abbastanza facile.

Creati un foglio di lavoro Excel e scrivi un elenco di tutti gli URL importanti del tuo sito con le relative parole chiave associate.

Quando hai elencato i tuoi URL e le loro keyword, cerca le eventuali voci duplicate.

Tieni presente che la cannibalizzazione delle parole chiave può verificarsi anche quando meta description e title hanno la stessa keyword, quindi non tralasciare anche questi due aspetti.

Come risolvere la cannibalizzazione delle parole chiave

Uso dei Canonical

Invece di ripetere la stessa keyword su ogni pagina, dovresti implementare delle varianti, sinonimi ecc. di questo termine e ricollegarti alla pagina d’origine canonica per il termine specifico.

Google in questo modo sarà in grado di sapere qual è la versione più pertinente per ciascuna di queste query offrendo un migliore risultato di ricerca per gli utenti.

Oltre alla SEO, non dimenticare anche i tuoi utenti: non è una bella cosa se gli fai visitare un sito web con decine di pagine web tutte uguali. In questo modo l’esperienza utente sarà pessima e di sicuro perderai molte visite di ritorno e potenziali clienti.

Uso del Redirects 301

Se stai affrontando la cannibalizzazione delle keyword, puoi utilizzare il redirects 301 per inviare tutto il link juice alla pagina di pertinenza.

Identifica tutte le pagine con questo problema e scegli la versione migliore. Usando un 301 su ogni pagina duplicata, i tuoi visitatori verranno indirizzati alla versione corretta e Google finalmente capirà qual’è la pagina migliore da dare in pasto agli utenti.

Conclusioni

Per riassumere, invece di tentare di posizionare il tuo sito sui motori di ricerca per una singola parola chiave con decine di pagine, concentrati sulla long tail: questo tipo di keywords ti porteranno molto più traffico in target ed eviterai una volta per tutte il problema della cannibalizzazione delle parole chiave.

consulenza seo gratuita

Consulenza gratuita? Chiedi pure.

Ti aiuterò a capire come migliorare il tuo sito… gratis!

Categorie: Seo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *