Come promuovere un business su Google? Ecco 3 aspetti fondamentali

La promozione di un sito o di un business su Google e sui vari motori di ricerca è un’attività che richiede una grande attenzione. È fondamentale mettere in atto diverse strategie e varie tecniche, con l’aiuto di esperti del settore, per emergere sulla rete e per fare in modo di differenziarsi rispetto ai servizi proposti dai concorrenti. Le imprese che operano anche attraverso il web dovrebbero avere sempre tutti gli strumenti a disposizione per compiere una promozione dell’attività online, acquistando una maggiore visibilità soprattutto su Google.

L’importanza della link building

Se si vuole ottimizzare il posizionamento sui motori di ricerca è importantissimo curare tutta una serie di attività, inclusa la link building. A tal proposito è possibile approfondire l’argomento nel blog di Roberto Serra, figura nota nel mondo SEO, che chiarisce cosa è la link building e quali vantaggi offre.

Non bisogna pensare, infatti, che si debbano ottimizzare esclusivamente i link interni, che compongono la struttura del sito. Anche i link provenienti dall’esterno, i collegamenti che provengono da altri siti e sono diretti ad un determinato portale aziendale, sono essenziali.

Si può intervenire nella strutturazione di queste risorse, importanti per un portale. Ci sono diverse strategie a questo proposito, spaziando dalla pubblicazione di guest post in altri siti fino alla creazione di contenuti interessanti, per fare in modo di ricevere link in modo naturale.

È importante puntare, comunque, sulla qualità e sull’autorevolezza, affidandosi ad esperti in questo ambito, per evitare dei possibili errori.

La scrittura di contenuti SEO friendly

Google dà molta importanza alla scrittura dei contenuti, in modo che siano SEO friendly. I contenuti pubblicati su un sito, infatti, costituiscono una parte molto importante per essere ben visti sui motori di ricerca.

Si tratta di concentrarsi su contenuti di ottima qualità. Soprattutto vengono prediletti i contenuti informativi, in modo che l’utente possa trovare le risposte di cui ha bisogno per la risoluzione di un problema.

I contenuti devono contenere le parole chiave, le cosiddette keyword, per i quali si intende posizionarsi sulle serp. Devono essere articoli aggiornati, completi e soprattutto originali. La strutturazione dei contenuti, che deve essere sempre rivista con regolarità, costituisce un ottimo modo per farsi ben volere dai motori di ricerca.

Infatti, con i contenuti pertinenti e di buona qualità, gli utenti trovano la possibilità di avere una buona user experience e questo è importante anche per avere successo nei motori di ricerca.

L’ottimizzazione per i dispositivi mobili

Sempre più utenti della rete sono soliti navigare su internet utilizzando i loro dispositivi mobili, come smartphone e tablet. Per questo non si può fare a meno di ottimizzare un sito per la navigazione da mobile.

Tutto questo consiste nel creare un ambiente in linea con le esigenze di chi usa uno schermo touch e che quindi non si ritrova ad avere sempre una tastiera. Da alcune ricerche emerge in maniera evidente che soltanto il 40% degli utenti naviga da computer fisso. Il resto della navigazione avviene appunto da dispositivi mobile.

Se si struttura il sito per offrire una buona esperienza utente anche da mobile, i motori di ricerca tengono in considerazione questo impegno e sicuramente tutto ciò costituisce un fattore principale per il quale il sito stesso viene premiato, dando ad esso la possibilità di posizionare le sue pagine web meglio nelle serp, di essere trovato più facilmente dagli utenti e quindi di incrementare il traffico organico, per un migliore processo di brand identity.

L’ottimizzazione per mobile costituisce sempre di più un fattore a cui Google fa riferimento e per questo non dovrebbe essere mai trascurata, se si vuole ottenere il successo mediante il proprio sito web, perché si possano così ottenere risultati veramente significativi.