come scrivere una mail di marketing

Come scrivere una mail per conquistare i clienti

Non ci sono trucchi su come scrivere una mail: il contenuto è la chiave di tutto, ed ecco perché abbiamo messo insieme 5 suggerimenti per aiutarti a scrivere un testo che convinca i clienti ad agire e ti aiuti a fare affari.

Purtroppo, oggi il potere di un buon SEO copywriting è ancora ampiamente sottovalutato, ma se vuoi aumentare i tassi di apertura e contestualmente aumentare il numero di clic, devi migliorare lo stile e la qualità del testo delle tue mail.

Sebbene l’ortografia e la grammatica impeccabili siano ovviamente fondamentali, qui si va ben oltre. Ogni mail che farai leggere ai tuoi potenziali clienti o ai tuoi clienti deve essere ben pensata se vuoi guadagnare ed aumentare la loro fedeltà.

Dai un’occhiata agli esempi di email marketing di seguito per trarre ispirazione.

I 5 migliori consigli per scrivere una mail ad alta conversione.

#1 Scrivi un oggetto accattivante

L’oggetto di una mail è la prima cosa che un potenziale cliente legge. Dato il grande volume di mail che le persone ricevono ogni giorno, la riga dell’oggetto deve essere abbastanza interessante da consentire loro di aprire il messaggio. Non ci sono scuse, questa è l’unica grande verità dell’email marketing.

Ecco a te alcuni suggerimenti per scrivere un buon oggetto nella tua mail:

  • Sii breve e conciso, eliminando qualsiasi parola di riempimento.
  • Scrivilo in tema con il contenuto.
  • Includi statistiche o numeri.
  • Sii semplice.
  • Non essere fuorviante.
  • Sii onesto ma non offensivo.
  • Rimani coerente con il tuo brand.
  • Usa gli emoji se si adattano al tuo brand.

Un altro consiglio importante è personalizzare l’oggetto della mail.

Ricorda che devi sempre aggiungere il nome del destinatario, cosa che puoi fare facilmente con un software di email marketing, oppure puoi segmentare i tuoi elenchi di mail ed inviare contenuti personalizzati in base al comportamento passato, ai dati demografici o agli interessi di un abbonato.

#2 Non dimenticare il testo di anteprima

Sebbene il testo di anteprima sia in circolazione da diversi anni, è qualcosa che molte aziende trascurano quando creano newsletter via mail.

Mentre tutti i provider di posta elettronica mostrano il mittente e la riga dell’oggetto, alcuni, come Gmail, mostrano testo aggiuntivo accanto alla riga dell’oggetto. Questo è il cosiddetto testo di anteprima.

Il testo di anteprima ti dà l’opportunità di aggiungere ulteriori informazioni all’oggetto. Ciò significa che puoi comunque mantenere breve la riga dell’oggetto ma anche fornire informazioni sufficienti per incoraggiare il destinatario ad aprire la tua email.

#3 Rimani coerente con il tuo brand

Quando inizi, ci vuole tempo per capire come presentare il tuo brand. Devi lavorare sul tono di voce, sulla personalità e sullo stile. Questi si evolveranno naturalmente nel tempo, ma potresti persino pensare consapevolmente di cambiare l’identità del brand in corso d’opera.

È importante tenere in primo piano l’identità del tuo marchio quando decidi di scrivere una mail.

La tendenza attuale per i brand è quella di essere eccentrici e divertenti; non è detto che valga anche per te, se vuoi distinguerti dalla massa devi sviluppare il tuo stile di scrittura.

Scegli parole, frasi e strutture di mail che rappresentino accuratamente l’identità del marchio della tua azienda. Se lavori per un’azienda di dispositivi medici, probabilmente non sarà appropriato raccontare barzellette e scrivere in modo informale.

Ci sono anche circostanze in cui è necessario assumere un tono più serio, quindi non andare fuori dai binari.

La cosa più importante è assicurarti di interagire con il tuo pubblico e che ciò che stai dicendo risuoni con i tuoi clienti target. Questo vale per tutti gli elementi della tua mail: la riga dell’oggetto, gli inviti all’azione (CTA) o le immagini. Tutto ciò deve essere in linea con l’identità del tuo marchio.

#4 Rendi il tuo copy accattivante e facile da capire

Lo scopo di qualsiasi mail di marketing è connettersi con il tuo pubblico e spingerlo ad agire, indipendentemente dal punto del funnel in cui il tuo utente si trova. Per farlo, devi trovare le parole giuste per interagire con le persone, ecco perché è importante conoscere il tuo pubblico.

Fai riferimento alle tue buyer personas e crea un copy che corrisponda al comportamento e all’intento dell’utente.

Utilizza i dati che hai già raccolto sugli iscritti alla newsletter e sui clienti attuali o passati. Se utilizzi una piattaforma di email marketing, puoi facilmente raccogliere, centralizzare e analizzare i tuoi dati.

Indipendentemente da ciò che si dice, una delle migliori pratiche di email marketing che devi seguire è mantenere il testo il più chiaro e breve possibile.

I lettori hanno poco tempo e se non riescono a scoprire rapidamente ciò che vogliono sapere, chiudono.

Rendi le tue mail scansionabili in modo che i lettori possano trovare rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno.

#5 Aggiungere più inviti all’azione (CTA)

Qual è l’obiettivo quando vuoi raggiungere scrivendo una mail? È importante stabilire cosa speri di ottenere prima di iniziare a creare testo e progettare il messaggio.

Vuoi vendere determinati prodotti? Convincere le persone a iscriversi ai tuoi canali di social media? O costruire la tua mailing list?

Dopo aver determinato il tuo obiettivo, devi aggiungere inviti all’azione che indurranno gli utenti a fare clic sui link nella tua mail. Alcuni marketer aggiungono solo un CTA nella parte inferiore del messaggio, ma ciò presuppone che tutti i destinatari leggeranno l’intera newsletter. (Avviso spoiler: non lo faranno.)

Ecco perché hai bisogno di CTA in tutto il testo e devono essere formulati con cura. Se i tuoi inviti all’azione sono ambigui o non facilmente distinguibili dal testo non riceverai clic.

Dedica del tempo a pensare a quali parole dovresti usare per incoraggiare gli utenti a fare clic. Prova diverse opzioni per vedere cosa funziona meglio.

Ricordati di testare e monitorare tutto

È improbabile che la tua strategia di email marketing e il tuo copy siano perfettamente calibrati dopo il primo invio. Non devi preoccuparti.

Peggio del non ottenere risultati immediati è non testare elementi diversi e monitorare ciò che funziona e ciò che non funziona. Devi sapere cosa devi fare per migliorare le tue prestazioni.

Le piattaforme di email marketing ti consentono test A / B praticamente di tutto, dall’oggetto all’anteprima del testo, alle immagini, agli inviti all’azione e al corpo del testo.

Puoi testare più versioni della stessa mail per vedere quale genera i migliori risultati e quindi apportare modifiche in base a questi dati.

Questo test non finisce mai. Ciò che funziona oggi potrebbe non funzionare domani, quindi devi costantemente testare e monitorare per raggiungere i tuoi obiettivi.