guida definitiva alla strategia di email marketing

Guida definitiva alla strategia di email marketing

Sapevi che ogni giorno vengono inviate oltre 300 miliardi di email? Ed il bello è che continueranno ad aumentare… !

In effetti, entro la fine del 2023, dovremmo raggiungere raggiungere i 347,3 miliardi.

Con così tante email che viaggiano in giro per il web, è importante avere la giusta strategia di email marketing in modo che le tue email non si perdano nello spam.

È proprio per questo che abbiamo creato questa guida strategica per l’email marketing!

L’email marketing è una delle strategie di marketing più potenti in circolazione.

Quando le tue email arrivano al momento giusto nelle caselle di posta del tuo pubblico di riferimento, potresti essere in grado di sfruttare una connessione one to one che altre tattiche di marketing semplicemente non possono stabilire.

Questo è probabilmente il motivo per cui l’email marketing ha un ROI del 4200% ovverosia un potenziale di 42.00 Euro per ogni euro investito.

Ma per ottenere questi risultati, è importante avere una solida strategia di email marketing.

In questa guida, condivideremo la strategia che devi intraprendere per assicurarti che la tua campagna di email marketing colpisca nel segno.

Le 17 strategie di email marketing di cui hai bisogno

Sebbene l’email marketing sia una delle strategie pubblicitarie che continua a fornire un ROI straordinario, è importante conoscere il giusto modo di procedere.

Non puoi semplicemente scrivere un’email senza pensare all’oggetto, al corpo del messaggio o a chi la sta ricevendo e aspettarti che funzioni bene.

Hai bisogno di una strategia ben pianificata se vuoi ottenere il miglior ritorno sul tuo investimento (ROI) possibile.

Di seguito voglio condividere con te 17 consigli di email marketing che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi.

Partiamo dunque da una delle tattiche più importanti dell’intera nostra guida alla strategia di email marketing: impostare gli obiettivi dell’email marketing.

#1 Impostare gli obiettivi per la strategia di email marketing

Cosa speri di ottenere dalle tue campagne di email marketing? Puoi utilizzare l’email marketing per coltivare lead, massimizzare il ROI, aumentare il coinvolgimento e la fedeltà dei clienti e tanto altro ancora.

Questi obiettivi potrebbero essere misurati su un numero qualsiasi di azioni, come per esempio: tasso di apertura, percentuale di clic, crescita degli iscritti e tasso di conversione, ma non è necessario limitarsi a obiettivi legati a un numero.

Potresti anche stabilire come obiettivo quello di aumentare la consapevolezza del tuo brand o quello di costruire relazioni con i clienti. Sebbene questi obiettivi siano difficili da misurare, sono comunque piuttosto importanti.

L’importante è stabilire cosa vuoi ottenere con la tua campagna di email marketing. È anche importante capire che i tuoi obiettivi potrebbero cambiare nel tempo o anche da una campagna all’altra.

#2 Trovare i giusti strumenti di email marketing

Alla fine, i servizi di email marketing dovrebbero fare davvero bene una cosa: inviare email.

Tuttavia, ci sono molte caratteristiche e funzionalità diverse di cui potresti aver bisogno, a seconda di ciò che speri di ottenere.

Se stai solo cercando di scrivere, organizzare ed inviare email, probabilmente potresti usare qualsiasi cosa. Ma se hai intenzione di inviare una serie di email di benvenuto o creare segmenti avanzati di pubblico, ti consigliamo uno strumento di email marketing che lo faccia bene.

Ovviamente, l’automazione di alto livello ha un costo, in particolare se ti fa risparmiare tempo e denaro. Tuttavia, ci sono alcune aziende che offrono un servizio gratuito o a basso costo per piccole esigenze.

Tutti o quasi gli strumenti di email marketing includono un piano gratuito per utenti più piccoli, solitamente con un massimo di 2.000 – 2.500 destinatari.

Nella maggior parte dei casi, il prezzo aumenta quindi proporzionalmente al numero di abbonati e al numero di email che devono essere inviate ogni mese.

Tra gli strumenti che puoi utilizzare ci sono: Convertkit, Campayn, Email Octopus, MailChimp, MailerLite, Mailjet, MoonMail, Moosend, Omnisend, Sender, Sendinblue e tanti altri ancora…

#3 Concentrarsi sul pubblico di destinazione (target)

Il prossimo passo nella nostra guida alla strategia di email marketing è capire chi è il tuo pubblico di destinazione.

Come i tuoi obiettivi di email marketing, il tuo pubblico di riferimento può cambiare a seconda della campagna di email marketing su cui stai lavorando.

Ovviamente, è improbabile che il tuo pubblico di destinazione per la tua attività cambi a meno che non modifichi la tua offerta di prodotti, ma è probabile che avrai più di un tipo di cliente.

Il tuo lavoro per le tue campagne di email marketing, quindi, è costruire ogni campagna attorno al segmento specifico a cui miri per quel messaggio di marketing.

#4 Fai crescere la tua lista di destinatari

Sapevi che gli elenchi di email diminuiscono di circa il 25% ogni anno?

Ciò significa che è fondamentale continuare a far crescere la tua lista di destinatari in modo da avere sempre un elenco di destinatari interessati e coinvolti.

Alcuni servizi di email marketing includono moduli di attivazione che puoi utilizzare sul tuo sito web per continuare ad ottenere nuovi abbonati.

Inoltre, ci sono servizi come Leadpages, ConvertFlow, Unbounce e altri che sono dedicati alla generazione di nuovi contatti (lead).

#5 Segmenta la tua lista email

Segmentare la tua mailing list è uno dei modi migliori per assicurarti che le tue email siano mirate e pertinenti.

Puoi segmentare in base a una serie di parametri come interessi, comportamento, dati demografici e praticamente qualsiasi cosa tu possa pensare.

Quando utilizzi segmenti intelligenti, è più probabile che il tuo email marketing ottenga un ritorno migliore perché le tue campagne email sono create pensando a un pubblico specifico.

Sebbene tu possa segmentare la tua lista email in qualsiasi momento, è meglio segmentare in anticipo, proprio quando l’utente si iscrive.

Non aggiungere troppi campi ai tuoi moduli di attivazione, ma se ci sono informazioni che puoi utilizzare per creare subito campagne email migliori… chiedile!

#6 Personalizza le tue email

La segmentazione della tua lista email rende molto più facile personalizzare le tue campagne. E la personalizzazione fa un’enorme differenza.

In effetti, le campagne email personalizzate ricevono tassi di apertura superiori del 29% e percentuali di clic superiori del 41% rispetto alle email non personalizzate. Non solo, aberdeen.com ha scoperto che le email personalizzate migliorano i tassi di conversione del 10%!

#7 Crea oggetti convincenti

L’oggetto della tua email è la prima cosa che gli abbonati alla newsletter vedono e ciò che li fa decidere se aprire la tua email, cancellarla o addirittura segnalarla come spam.

La strategia di email marketing di cui abbiamo appena parlato, la personalizzazione, può aiutare in questo poiché le persone adorano vedere il proprio nome nell’oggetto.

Tuttavia, puoi fare molto di più per creare un oggetto che ispiri i clic:

  • Mantieni l’oggetto breve (6-10 parole)
  • Includi parole che invitino ad un’azione
  • Usa i numeri
  • Stuzzica la curiosità del lettore
  • Usa l’urgenza o la scarsità

#8 Progetta email accattivanti

Una volta che hai convinto i lettori ad aprire la tua email, devi farli continuare a leggere. Per farlo, puoi utilizzare modelli (template) di email marketing con caratteri, immagini, colori e altri elementi di design visivamente accattivanti.

Quando utilizzi un modello, devi garantire un aspetto coerente a ciascuna delle tue campagne di email marketing, aumentando così la consapevolezza del brand.

La maggior parte dei servizi di email marketing include strumenti di progettazione email facili da usare che facilitano molto il lavoro di impaginazione.

#9 Creare inviti all’azione convincenti

Il giusto invito all’azione può avere un enorme impatto sui tassi di conversione e sui tassi di clic per le tue campagne di email marketing.

Mentre l’oggetto è ciò che induce i lettori ad aprire la tua email, la CTA che usi è ciò che fa fare loro ciò che vuoi che facciano.

Ti consigliamo di utilizzare una combinazione di testo e CTA visivi come pulsanti e immagini, oltre ad assicurarti di utilizzare parole efficaci e che ispirino l’azione. Prova a utilizzare parole come “acquista ora” o “acquista” in combinazione con un’offerta a tempo che renda impossibile ai tuoi iscritti dire di no.

#10 Fornire contenuti di valore ai propri abbonati

Tra l’oggetto e l’invito all’azione è racchiuso il contenuto che fornisci ai tuoi abbonati.

Quando fornisci un contenuto di valore alle tue email, i tuoi iscritti si divertono a leggere e sono felici di vederle apparire nelle loro caselle di posta, anche quando sanno che vorrai vendere loro qualcosa.

Puoi scegliere di includere contenuto di valore anche nelle tue email di vendita o limitare le email promozionali a un rapporto 1:3, con 3 email di solo contenuto informativo per ogni email di vendita che invii.

Se hai intenzione di inviare una serie promozionale di 5 email di vendita, ad esempio, assicurati di alternarle con un totale di 15 e-mail di informazioni utili (di valore).

#11 Creare email ottimizzate per dispositivi mobili

Oggi oltre il 60% delle email viene aperto e letto su dispositivi mobili. E quel numero continuerà a salire.

Per questo motivo, è importante assicurarsi che le tue email siano ottimizzate per i dispositivi mobili.

Ciò potrebbe significare utilizzare una dimensione del testo appropriata, ottimizzare le immagini e assicurarsi che i tuoi inviti all’azione siano cliccabili con un semplice tocco di un dito.

Secondo diverse ricerche in merito, il ricavo medio per email mobile è più di 4 volte quello delle e-mail desktop.

Ecco alcuni suggerimenti per rendere le tue email ottimizzate per i dispositivi mobili:

  • Usa un modello di email responsive
  • Aggiungi un singolo invito all’azione
  • Mantieni l’oggetto breve
  • Usa un formato per un facile scorrimento pagina
  • Pulsanti e link ben spaziati per renderli cliccabili

#12 Coinvolgere nuovamente gli abbonati inattivi

Ricordi quella statistica di email marketing che abbiamo condiviso in precedenza su come le liste di email diminuiscono ogni anno?

Per questo motivo, è importante mantenere attiva la tua lista di email.

Ma prima di rimuovere eventuali abbonati inattivi, ti consigliamo di inviare una campagna email di recupero per provare a rimetterli in gioco.

Una campagna di recupero è proprio quello che serve: invia una serie di email ai tuoi abbonati inattivi, incoraggiandoli a ricominciare a seguirti.

Puoi utilizzare la tua campagna di recupero come un’opportunità per far entusiasmare di nuovo gli abbonati inattivi per il tuo marchio.

Questa può anche essere una grande opportunità per incoraggiare i clienti persi ad acquistare di nuovo da te.

#13 Condividere contenuti generati dagli utenti

I contenuti generati dagli utenti sono una straordinaria tattica di marketing.

Consigliamo di incorporare contenuti generati dagli utenti come foto, storie, video, recensioni e altro nelle tue campagne di email marketing.

Quando puoi mostrare agli abbonati che hai clienti che apprezzano i tuoi prodotti, i tuoi abbonati vorranno saperne di più su come possono partecipare.

Inoltre, i contenuti generati dagli utenti possono aumentare la percentuale di clic fino al 73%.

#14 Automatizzare le tue e-mail con campagne basate su eventi

Uno dei modi più semplici per incorporare l’automazione nella tua strategia di email marketing è attraverso campagne basate su azioni/eventi (trigger).

Le email basate su trigger sono email che vengono inviate automaticamente in base al comportamento dell’utente.

Potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa, dall’invio di una serie di email di benvenuto automatizzata dopo che un utente si è registrato ad email transazionali come conferme d’ordine e spedizione.

Ciò che rende le email basate su trigger una parte importante della nostra guida alla strategia di email marketing sono le loro prestazioni.

Secondo Epsilon, le email basate su trigger hanno tassi di apertura superiori del 95% rispetto a quelli delle email tradizionali.

Non solo, ma la percentuale di clic media per le email basate su trigger è più del doppio del CTR delle email tradizionali.

E, secondo una ricerca di Forrester, le campagne di email marketing basate su trigger generano fino a 4 volte le entrate e 18 volte i profitti.

#15 Invia email al momento giusto

Il “quando” invii le tue email è importante tanto quanto il contenuto stesso delle email.

Ovviamente, non esiste un approccio unico per conoscere il momento migliore per inviare una email.

Il tuo servizio di email marketing avrà i rapporti necessari per capire quando i tuoi abbonati in genere aprono le tue email.

Puoi anche sperimentare l’invio di email in momenti diversi per capire cosa funziona meglio per il tuo pubblico. Una volta trovato il momento migliore per inviare le tue email, crea e rispetta un programma.

#16 Test A/B e Split Test

Il test A/B e lo split test sono una delle cose migliori che puoi fare per creare campagne di email marketing che funzionino.

Non c’è limite a ciò che puoi testare nelle tue campagne di email marketing: dal test dell’oggetto agli orari di invio, agli inviti all’azione (CTA).

Puoi anche testare il tuo modo di scrivere per trovare quello più adatto per i tuoi iscritti. Per ottenere il massimo dal tuo split test, ecco alcune domande da porti prima di iniziare:

  • Quale variabile stai testando?
  • Perché stai testando quella variabile?
  • Cosa speri di ottenere?
  • Cosa significa questa particolare variabile per le prestazioni della tua email?

Ricordati di variare soltanto una variabile per ogni test, in modo da sapere esattamente chi ha influenzato il risultato.

#17 Monitorare le prestazioni della campagna email

L’ultima tattica nella nostra guida alla strategia di email marketing è tenere d’occhio le prestazioni della tua campagna email.

Il monitoraggio dei risultati di email marketing è l’unico modo in cui potrai utilizzare i dati che raccogli per capire quali tattiche di email marketing funzionano e quali devono essere riconsiderate.

Conclusione

L’email marketing si evolve nel tempo, ma continua a essere una delle strategie di marketing più performanti in circolazione. Sebbene sia importante continuare a ottenere lead e vendite, è ancora più importante creare un programma di email marketing che coinvolga i tuoi abbonati e sia coerente con il tuo brand.

In questa guida alla strategia di email marketing, abbiamo incluso tante idee di marketing che puoi utilizzare non solo per aumentare le conversioni, ma anche per creare consapevolezza del marchio, migliorare e coltivare le tue relazioni e mantenere i tuoi iscritti incuriositi dai tuoi prodotti.