Quanti follower servono per guadagnare su Instagram

È da qualche anno che gestisci un tuo profilo su Instagram e adesso sei curioso di scoprire dei modi per fare soldi attraverso questo social media.

Del resto, diventare influencer sembra diventato un po’ il sogno di tutti, vero?

In fondo l’idea di farsi pagare semplicemente sponsorizzando dei prodotti da vendere incuriosisce chiunque, ammettiamolo… Il bello sarebbe proprio scoprire com’è possibile farlo, stabilendo ad esempio quanti follower servono per guadagnare su Instagram.

Instagram si è consolidata nel tempo come una delle migliori piattaforme dove i brand possono raggiungere in modo diretto ed efficace la propria fascia di pubblico, attraverso delle collaborazioni con degli influencer, per questo parliamo infatti di influencer marketing.

Immaginiamo che tu sappia già qual è la definizione di influencer… Oggi siamo qui però per parlarvi in particolare di alcuni modi che potrebbero rivelarsi molto utili per farti notare dalle aziende e quindi fare soldi sfruttando questa tua passione.

Generalmente possiamo distinguere i macro influencer dai micro, che si attestano in una fascia che va da un minimo di 1500-2000 follower ai 100.000.

Ovviamente i macro oggi sono considerati delle celebrità e per ogni singolo post riescono a farsi pagare davvero profumatamente dalle aziende.

Quindi abbiamo fin da subito chiarito che al di sotto di una certa fascia di follower è un po’ difficile farsi notare dai brand, ma non è detto.

Così come non è detto che per ottenere dei follower bisogna per forza pagare, in quanto possiamo assicurarvi che esistono dei modi per ottenere dei follower su Instagram gratis.

Adesso entriamo nel vivo della questione e vi sveleremo qualche consiglio utile.

Quanti follower servono per guadagnare su Instagram? Scopri come diventare influencer

Pubblica contenuti di qualità con regolarità

Questo è davvero molto, molto importante! Prima di chiederti quanti follower servono per guadagnare su Instagram, dovrai cercare di distinguerti il più possibile dalla massa, fidelizzare la tua cerchia di follower e pubblicare con una certa regolarità, senza alternare periodi in cui esageri a momenti in cui sparisci letteralmente nel nulla.

In un precedente articolo abbiamo anche parlato di quando pubblicare su Instagram, consigliandovi le fasce orarie e i giorni migliori.

Utilizza degli hashtag specifici e mai a caso

Anche gli hashtag, come probabilmente già saprai, rivestono un ruolo fondamentale nella pubblicazione e nella visibilità di un contenuto, poiché il loro obiettivo è quello di categorizzarlo rispetto a tutti gli altri.

È bene utilizzare hashtag attinenti al tuo contenuto, dosando quelli più popolari. Non andare quindi a inserire unicamente quelli TOP, ma alterna anche con alcuni più di nicchia, che possono comunque aiutarti a raggiungere la giusta cerchia di follower interessati.

Prediligi contenuti specifici

L’obiettivo, specialmente all’inizio, non è tanto quello di capire quanti follower servono per guadagnare su Instagram ma dev’essere quello di distinguersi e focalizzarsi su uno o due temi specifici.

Avrai notato infatti che, ad esempio, i fashion influencer prediligono contenuti che seguono proprio questo filone, postando foto su Instagram che mostrano contenuti brandizzati di abbigliamento, accessori e scarpe sempre in primo piano, senza però risultare ridondanti o noiosi.

All’inizio non sarà facile, ma col tempo e sperimentando potresti ottenere degli ottimi risultati. Abbi pazienza e costanza! Divertiti sempre a sperimentare, a metterti in gioco, anche a chiedere consigli se ritieni di averne bisogno.

Interagisci con i tuoi follower, la tua community personale

Altro obiettivo fondamentale è quello di ottenere dei follower attivi, quindi devi cercare assolutamente di coinvolgerli il più possibile, attraverso like e commenti.

Forse non lo sai, ma le aziende vanno a verificare proprio questi dati quando cercano dei potenziali collaboratori per le loro campagne di influencer marketing, andando a scartare automaticamente tutti quei profili che risultano fake oppure che hanno sì magari un elevato numero di follower, ma che tuttavia non hanno degli indici interessanti in merito all’engagement.

Proprio per questo ti consigliamo fin da subito di creare contenuti di qualità, interessanti e che sappiano coinvolgere chi ti segue.

È importante che tu abbia chiaro fin da subito questo elemento: i numeri contano, ma non solo! Potrai anche avere tanti follower, ma se non sono attivi può essere un problema…

Non puntare subito ai brand irraggiungibili

D’accordo, il tuo sogno è quello di fare soldi e creare contenuti sponsorizzati per aziende grandi, molto note, ma all’inizio come abbiamo già detto non sarà facile, né ovviamente rapido.

Un’ottima soluzione, anche per fare esperienza, potrebbe magari essere quella di iniziare con delle collaborazioni come influencer per brand più piccoli, ma che ovviamente ti piacciono.

Alcune piccolo-medie aziende in genere contattano direttamente i profili su Instagram che ritengono essere in linea con i propri prodotti, tendenzialmente tramite Direct. Controlla i tuoi messaggi, perché potrebbe esserci qualcosa di interessante!

Mai arrendersi!

Potrà sembrare un consiglio banale, ma sappiamo quanto possa essere frustrante non vedere subito i risultati quando fai qualcosa.

Proprio per questo ti consigliamo di non abbatterti qualora non dovessi subito riuscire a trovare dei brand importanti per delle collaborazioni.

Cerca di essere sempre costante, originale, di coinvolgere la tua community e vedrai che molto presto otterrai delle richieste per delle collaborazioni come influencer. O comunque, se te la senti e non temi un “no”, puoi sempre provare a proporti te a loro, non ci avevi pensato?