Ottimizzare un post di qualità è un lavoro creativo che richiede la conoscenza di diversi aspetti della Seo.

Per aiutarci, ci vengono incontro diversi “strumenti” come i tag title H1, H2 e H3 che possono agevolare i motori di ricerca a capire di quale argomento parla il nostro sito web o il nostro articolo.

Nel web è abbastanza normale che i tag title vengano utilizzati in tutti i tipi di post, blog e persino nelle descrizioni dei prodotti, il problema è che non sono sempre inseriti o costruiti correttamente.

Il posizionamento Seo dipende, in larga misura, sopratutto da loro perché i motori di ricerca, per quanto evoluti siano, non capiranno mai bene di cosa parli se non ottimizzi in maniera corretta tutti i tag title che degli argomenti andrai a trattare.

Sapere come creare un titolo di un post, dove inserirlo o che tipo di parole chiave usare è fondamentale per una strategia Seo di successo.

Cos’è esattamente un H1?

L’H1 è il titolo della tua pagina web dedicato agli utenti, l’intestazione di un qualsiasi articolo che puoi leggere quando visiti un sito web.

Il tag title invece è il titolo della pagina web dedicato ai motori di ricerca in quanto viene mostrato solo nelle serp e dai browser.

A volte tag title e H1 possono coincidere, altre volte invece no, dipende tutto dalla strategia Seo utilizzata.

Ovviamente, quando parliamo del titolo di un articolo, il font utilizzato è più grande rispetto al resto del testo, ed ha lo scopo di spiegare agli utenti cosa leggeranno in quell’articolo o in quella sezione specifica.

H2 il fratello minore dell’H1

I title H2 sono usati per dividere articoli e testi in sezioni.

Sono un modo per spiegare meglio ciò di cui si parla e anche per rendere la lettura meno caotica agli occhi degli utenti e dei motori di ricerca.

Inoltre, anche questi influiscono sul posizionamento finale della tua pagina web, quindi ricordati di sceglierli con cura nella tua strategia Seo.

Scelta dell’H3 in un articolo

L’H3 è una sotto sezione all’interno dell’H2. Nel suo caso si applica lo stesso ragionamento di cui sopra, ma dobbiamo tenere conto del fatto che ha un peso Seo inferiore rispetto ai tag title H1 e H2.

Usato bene, può dare ulteriore valore al tuo articolo.

Perché H1, H2 e H3 sono così importanti?

Che ti sorprenda o no, Google non legge il tuo contenuto nello stesso modo in cui lo fai tu.

I motori di ricerca, che sia Google, Yahoo, Bing o tutti gli altri, hanno un robot che sostanzialmente ha due funzioni: in primo luogo, leggere (in termini tecnici: crawling) un sito web per scoprire contenuti e, in secondo luogo, indicizzare questi contenuti per gli utenti in base a specifiche query di ricerca.

In questo senso, ed a differenza di quanto si crede, il bot ha bisogno che in una pagina siano specificate tutte le informazioni come ad esempio i titoli, le meta descrizioni, titoli alt, le parole chiave, i titoli H1, H2, H3 ecc.

Solo in questo modo potrà fornire le informazioni più pertinenti sul tuo sito per soddisfare la ricerca degli utenti.

I titoli H1, H2, H3 sono un po’ come i titoli dei giornali: ce ne sono alcuni più importanti di altri.

I titoli sulla prima pagina, quelli al centro della prima pagina o quelli sulla quarta pagina non vengono valutati allo stesso modo.

Lo stesso vale per gli H1, H2, H3, H4, H5, e H6 nei motori di ricerca.

Sia chiara una cosa però: i tag title di un articolo sono dei fattori importanti per il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca, tuttavia sono solo uno dei tantissimi fattori presi in considerazione da Google.

Come usare i Tag H?

A livello Seo, un articolo è organizzato in maniera molto simile ad una pagina di un libro:

  • Titolo – rappresentato dal tag H1
  • Capitoli – rappresentati e inclusi dal tag H2
  • Paragrafi e sotto paragrafi – definiti dagli H3 ecc. ecc. fino all’H6
  • Per ottimizzare il titolo di un articolo a livello Seo, è questa la linea da seguire.

Il tag principale dell’intestazione è l’H1, e dovrebbe essere un breve riepilogo di ciò che l’utente troverà nel testo, preferibilmente utilizzando parole chiave.

Ti consiglio sempre di utilizzare un H1 unico e solo per pagina.

È molto importante notare che ogni pagina deve contenere solo un H1 e che la gerarchia dei tag title non può essere interrotta, ovvero deve essere eseguita nell’ordine: H1, H2 e così via.

Sebbene l’H2 non sia il principale Heading Tag, la sua rilevanza sta crescendo sempre di più. Pertanto, avere un H1 e un H2 (che può essere più di uno, ma senza esagerare) ben scritti è di fondamentale importanza per avere rilevanza

Quindi, non dimenticare mai i tag di intestazione al momento di scrivere il tuo testo; può essere di grande aiuto sia per l’usabilità della tua pagina che per il posizionamento del tuo sito.

Inoltre, non è mai una buona pratica usare gli stessi tag title in contenuti diversi, perché in questo modo, ogni contenuto non sarà più trattato in modo univoco, rendendo non solo l’utente confuso quando incontra due tue pagine nello stesso risultato, ma anche gli stessi motori di ricerca.

Conclusione

In questo articolo ho voluto fare chiarezza sui tag title e gli H1, H2 e H3, in particolare su come usarli correttamente dal punto di vista Seo e semantico – ricordando che proprio perché ci sono due aspetti importanti è che dobbiamo rispettare la gerarchia presente in loro.

Ora che sai tutto questo, sei pronto per applicare i giusti tag title al tuo blog?

consulenza seo gratuita

Consulenza gratuita? Chiedi pure.

Ti aiuteremo a capire come migliorare il tuo sito… gratis!

Categorie: Seo

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *